Audi: in Ungheria via alla produzione in serie di motori elettrici

659 0
659 0

Audi dimostra di voler far sul serio nel suo progetto di inserimento nel mercato della mobilità elettrica. In Ungheria, nello stabilimento di Győr, la casa dei Quattro Anelli ha infatti dato il via alla sua prima produzione in serie di motori elettrici.

La linea è stata attivata da Peter Kössler, Membro del Board per la produzione e la logistica di Audi AG. Assieme a lui anche Achim Heinfling, Amministratore Delegato di Audi Ungheria.

Leggi anche: Volkswagen: aumenta fino a 16 impianti la produzione elettrica

L’impianto ungherese, che già da tempo si occupa di realizzare motori tradizionali per il gruppo Volkswagen (vi sono impiegati circa 6 mila lavoratori, con una produzione di 9 mila propulsori al giorno), è stato aggiornato in un intervallo di tempo davvero contenuto. È servito appena un anno infatti per installare le nuove zone di produzione destinate ai motori elettrici, in un’area dedicata di ben 8.500 metri quadrati. Al momento la fabbrica di Győr è già in grado di sfornare fino a 400 motori a zero emissioni al giorno, con 100 operai impiegati, ma l’idea è quella di alzare l’asticella nel corso degli anni.

Leggi anche: Land Rover sposta la produzione del Discovery in Slovacchia

Tutte le attrezzature, i robot e le varie stazioni di assemblaggio non sono organizzate nella classica forma della linea di produzione, ma con un ordine modulare: gli addetti possono muoversi lungo percorsi ramificati (non in linea, appunto) lungo tutto il processo. Una soluzione che, secondo Audi, permetterebbe maggiore efficienza e flessibilità. Nell’impianto, inoltre, girano anche veicoli a guida autonoma, gestiti da un sistema computerizzato, usati per rifornire le stazioni di lavoro.

Ultima modifica: 25 luglio 2018

In questo articolo