Audi Q4 e-tron, informazioni sul nuovo Suv medio elettrico | VIDEO

1008 0
1008 0

Audi Q4 e-tron, il SUV medio elettrico della Casa dei Quattro anelli arriverà sul mercato in estate. Le dimensioni, 4,59 metri di lunghezza e passo di 276 centimetri, lo pongo tra il segmento C e il segmento D. Sarà un modello da grandi volumi, più abbordabile rispetto ai grandi sport utility e-tron e e-tron Sportback e alla granturismo e-tron GT.

Realizzato sulla piattaforma modulare MEB dedicata alle auto elettriche del Gruppo Volkswagen (come ID.3 e iD.4), si presenta con uno stile fedele ai più recenti canoni di Audi. Le immagini e i video mostrano il modello camuffato, che si distingue dagli altri SUV tradizionali del Marchio (Q2, Q3, Q5 e Q7) per i led posteriori con grafica dedicata.

Il plus di Q4 e-tron sarà l’abitabilità, a cinque posti, più vicina a quello della enorme Q7 che alla Q5. Merito dello spazio concesso dalla nuova piattaforma e qui di dalla conseguente collocazione dei motori elettrici e della batteria. Il bagagliaio ha una capacità da 520 a 1.390 litri. La seconda fila di sedili è più alta di sette centimetri rispetto alle poltrone anteriori per garantire una maggiore visibilità.

Il Suv esclusivamente elettrico metterà sul piatto un altro primato. La plancia interamente digitale per strumentazione (Virtual Cockpit) e infotainment, propone proprio per il multimedia il display dell’Mmi con dimensioni fino 11,6”, il più grande mai montato su un’Audi sino ad oggi. 

La consolle integra due porta bevande, un vano da 4,4 litri dotato di chiusura, sino a quattro prese USB-C e l’Audi phone box per la ricarica wireless dello smartphone.

La configurazione degli interni S line, dalla vocazione sportiva, permette di scegliere tra molteplici rivestimenti in pelle oppure di optare per la combinazione di similpelle e microfibra Dinamica.

La realtà aumentata

Il nuovo head-up display proietta sul parabrezza le principali informazioni in funzione di due livelli: quello di stato, che riguarda il comportamento della vettura, e quello AR (Augmented Reality, realtà aumentata). Le avvertenze dei sistemi di assistenza, le frecce di svolta legate alla navigazione e i relativi punti di partenza e destinazione vengono mostrati come contenuti AR e visualizzati in modo dinamico, così che appaiano parte integrante del mondo esterno.

Le indicazioni appartenenti alla realtà virtuale “fluttuano” a circa dieci metri dal conducente oppure, in funzioni delle condizioni di guida, a distanze superiori. Le informazioni cosi riportate favoriscono la sicurezza, specie in condizioni di scarsa visibilità, e consentono al guidatore di non distrarre l’attenzione dalla strada.

L’area di visualizzazione dei contenuti AR ha una diagonale di 70 pollici. Nella sezione inferiore, come accennato, vengono visualizzate le informazioni di stato relative al veicolo come la velocità di marcia, la segnaletica stradale e le indicazioni dei sistemi d’assistenza e della navigazione. 

Il cuore dell’head-up display con realtà aumentata è rappresentato dalla Picture Generation Unit (PGU), collocata all’interno della plancia. Un display LCD invia i fasci di luce a due specchi dalla superficie piatta, mentre speciali elementi ottici dividono le componenti destinate alle visualizzazioni a breve e a lungo raggio. Gli specchi piatti dirigono i fasci di luce verso un ampio riflettore concavo a regolazione elettrica. Da qui, gli input raggiungono il parabrezza, che li visualizza nel cosiddetto eyebox, orientandoli verso il conducente. Quest’ultimo percepisce i simboli con una nitidezza in linea con l’ambiente reale.

Un’Audi …  spaziale

Sul versante software, l’AR Creator – un’unità di calcolo integrata dalla piattaforma modulare d’infotainment MIB 3 – esegue il rendering dei simboli da visualizzare alla frequenza di 60 frame al secondo e li adegua alla geometria dell’ottica di proiezione.

Parallelamente, ne stabilisce mediante molteplici calcoli il posizionamento nell’ambiente. Parametrando le informazioni rilevate dalla telecamera anteriore, dal sensore radar e dalla navigazione. Il software è in grado di gestire oltre 600.000 stringhe di programmazione: il 50% in più rispetto al sistema di controllo del primo Space Shuttle. La nuova Q4 e-tron si prospetta davvero spaziale.

Audi Q4 e-tron avrà una autonomia fino a circa 500 km e potenza fino a circa 300 cavalli.

Audi Q4 e-tron, le foto ufficiali

 

Ultima modifica: 9 marzo 2021

In questo articolo