ACEA: crescono le auto elettriche in Europa, in Italia meglio il gas

1707 0
1707 0

Secondo i dati diffusi dall’ACEA, ovvero l’Associazione dei Costruttori Europei di Automobili, nel primo trimestre del 2017 le immatricolazioni di veicoli ad alimentazione alternativa (AFV) sono cresciute in Europa del 37,6%, sino a raggiungere le 212.945 unità. All’interno di questa categoria, ACEA considera le vetture elettriche, le ibride e le auto a gas.

La maggiore crescita per i veicoli ad alimentazione alternativa si registra in Spagna (+87,4%, 14.244 auto), seguita da Germania (+67,5%, 23.857), Gran Bretagna (+29,9%, 33.405) e Francia (+24,8%, 28.971). La crescita in Italia si attesta sul 17,2% con 63.372 nuove immatricolazioni nei primi tre mesi dell’anno. Ma non è l’elettrico a incidere in misura maggiore, quanto il gas con 46.020 vetture.

La crescita delle immatricolazioni di auto elettriche in Europa si attesta sul 29,9%, dato su cui incidono in buona parte anche le auto ibride plug-in (+13%). Insieme, questi due tipi di vetture hanno contato per 47.196 unità, contro le 36.322 dello stesso periodo del 2016. Il mercato leader in europa per i veicoli a zero emissioni è quello francese, seguito da Germania e Regno Unito. L’Italia conferma nella classifica continentale il suo nono posto con 517 elettriche (+28%).

ACEA è il gruppo principale per gli standard nell’industria dell’automobile nell’Unione europea. Fra i membri compaiono: BMW, Volkswagen Group, Volvo, Ford, DAF, Renault, Fiat Group, Scania AB, Porsche, Mercedes, PSA Peugeot Citroën e MAN AG.

Ultima modifica: 15 maggio 2017