IL SALONE di Tokyo scopre l’auto del futuro

78 0
78 0

Apertura del salone di Tokyo dove le case giapponesi hanno messo in mostra i loro prptotipi in funzione della mobilita’ futura. A due anni di distanza Nissan ha presentato la seconda versione di Pivo un veicolo uscito da un platform, fedele all impostazione del primo esemplare del quale prende spunto per spingere in avanti il concetto ispiratore di ricerca esasperata.

Pivo 2, anche lui mosso da batterie litio-ione e’ infatti dotato di ruote in grado di sterzare di 90° che permettono parcheggi “laterali” come non si sono mai visti. Per una guida sempre in linea con le esigenze di una mobilita’ cittadina, c’e’ adesso il Robotic Agent, una voce virtuale con cui si puo’ interloquire, per ora in giapponese o in inglese, su tantissimi aspetti riguardanti la vettura (come con il SERVO-HMI presentato sulla Mercedes-Benz F700 Concept), oppure essere guidati al parcheggio disponibile piu’ vicino. Questi i dati salienti della Pivo: 1) e’ elettrica 2) ha ruote da far girare a 360° 3) assistente interno quasi “umano” 4) apertura frontale

Sul primo punto non c’e’ solo da analizzare a quanti chilometri si e’ arrivati senza ricarica con le batterie al litio, ricaricabili in tempi piu’ corti e con un peso specifico molto basso. Le ruote che girano a 360° sono una bella invenzione per il parcheggio in citta’ specialmente per l’Europa Ma sugli altri punti non ci siamo proprio: L’ apertura frontale, ricorda tanto quella realizzata negli anni sessanta dalla Bmw Isetta che a suo tempo fu molto contestata. Oggi l’apertura frontale ritorna con in piu’ la tecnologia digitale che aiuta moltissimo aa avere tutte i controlli sulla consolle.

Pivo 2 e’ un prototipo dal quale Nissan e la consociata Renault sapranno tratte indicazioni per la city car del futuro. Proseguendo nella sua tradizione di mostrare le grandi potenzialita’ dell’automobile al Salone di Tokyo con una grande varieta’ di concept-car e di tecnologie d’avanguardia, la presenza di TMC, anche quest’anno, cosi’ come nelle altre occasioni, vuole sottolineare nuovamente questo aspetto.

Tra le novita’ che verranno mostrate spicca un veicolo che ridefinisce completamente il concetto di “rispetto dell’ambiente” e un secondo che propone nuove regole per il design automobilistico con una proposta innovativa e radicale di utilizzo rivoluzionario dello spazio. TMC vuole mostrare la sua ricerca orientata alla creazione di un design emozionale per le sue automobili che devono essere divertenti da guidare e piacevoli da utilizzare, sottolineando, allo stesso tempo, il suo approccio teso a rendere il concetto di mobilita’ sostenibile una realta’. In questo modo l’essere umano potra’ coesistere in piena armonia con l’ambiente.

Le concept car Toyota al 40° Tokyo Motor Show:
1.  1/X – una ridefinizione del concetto di “rispetto dell’ambiente”;
2.   RiN – un nuovo focus sulla promozione del benessere;
3.   i-REAL – un nuovo veicolo per la mobilita’ individuale; Nella foto
4.   iQ CONCEPT – un utilizzo rivoluzionario dello spazio del veicolo;
5.  Hi-CT (“hi ride city truck”) – uno scattante veicolo cittadino;
6.   FT-MV (“future Toyota minivan”) – una nuova generazione di minivan di “prima classe”
7.   CROWN HYBRID CONCEPT – una berlina di lusso ibrida;
8.   FT-HS (“future Toyota hybrid sports”) – una nuova generazione di vetture sportive ibride.
L’edizione del Salone di quest’anno vedra’ il debutto mondiale di due modelli “concept”. CR-Z e’ un’auto sportiva leggera di nuova generazione dotata di un originale sistema Honda ibrido benzina-elettrico che fornisce prestazioni pulite e livelli elevati di coppia. PUYO e’ un veicolo a celle a combustibile progettato come idea originale e divertente non solo per il guidatore. L’esposizione comprendera’ inoltre un modello del motore diesel i-DTEC di nuova generazione, annunciato per la prima volta a settembre in occasione del salone di Francoforte, che presenta prestazioni ecologiche e caratteristiche tecniche eccezionali. Sara’ inoltre possibile ammirare il nuovo modello Fit, la cui commercializzazione solo per il mercato giapponese e’ prevista per la fine di ottobre.

Fin dalla sua prima apparizione nel 2001, Fit e’ stata ampiamente apprezzata per lo stile, la funzionalita’ e il consumo di carburante incredibilmente basso; per questo sono stati venduti in tutto il mondo due milioni di unita’ di questo modello. Il nuovo modello Fit costituira’ la base del nuovo modello Jazz, la cui commercializzazione in Europa e’ prevista per la fine del 2008/inizi del 2009. Al Salone verra’ inoltre presentato il nuovo modello Inspire dotato di un nuovo sistema VCM di gestione variabile delle valvole, la cui vendita in Giappone avra’ inizio verso la fine di quest’anno. Honda esporra’ un totale di 18 veicoli in rappresentanza di 11 modelli diversi, comprendenti i veicoli gia’ sul mercato, quelli di prossima introduzione e i modelli “concept” futuri.

Ultima modifica: 16 novembre 2017