Minicar, mortalita’ in calo: – 44% rispetto al 2008

262 0
262 0

I decessi nel 2009 sono stati 10, l’anno prima erano stati 18

Roma, 12 dicembre 2010  – Rispetto al 2008 cala del 44% la mortalita’ sulle minicar. Le vittime sono prevalentemente maggiorenni e resta marginale l’incidenza delle minicar rispetto a tutte le vittime di incidenti stradali in Italia.
 

Lo rende noto Confindustria Ancma (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accerssori). Nel corso del 2009, si legge in una nota, si sono verificati 709 incidenti, con il coinvolgimento di almeno un quadriciclo, che hanno provocato 667 feriti e 10 morti.
 

Se e’ vero che si assiste ad un leggero aumento del numero degli incidenti (+7,9%) e dei feriti (+9,3%), il dato piu’ rilevante appare il sostanziale dimezzamento delle vittime (-44%), che passano dalle 18 unita’ del 2008 alle 10 del 2009. Si tratta evidentemente del trend piu’ virtuoso tra i veicoli circolanti su strada, soprattutto se confrontato all’andamento della mortalita’ generale, che nel 2009 ha fatto registrare un valore di -10,3% rispetto all’anno precedente. Significativa anche la distribuzione delle vittime rispetto alle classi d’eta’: la mortalita’ tra i minorenni e’ marginale. L’indice di mortalita’ (morti/veicoli X 100) evidenzia che le minicar si collocano a meta’ strada tra le principali categorie veicolari. Infine, e’ opportuno osservare che le minicar contribuiscono in misura marginale alla mortalita’ sulle strade italiane, con una incidenza dello 0,32% sul totale degli incidenti, rappresentando lo 0,23% di tutte le vittime e lo 0,21% di tutti i feriti.
 

“Da un’analisi dei dati ufficiali forniti dall’IstaT”,commenta Stefano Casalini, presidente del Gruppo Quadricicli di Confindustria Ancma, “si evidenzia che le minicar hanno un ruolo marginale nel tragico bilancio di fine anno dell’incidentalita’ stradale, consentendo di fatto di smentire alcuni luoghi comuni diffusi dai media nel corso degli ultimi mesi, come, ad esempio, la supposta pericolosita’ di questi veicoli per i minorenni, che non a caso registrano una sola vittima. Occorre infatti ricordare che l’utenza media dei quadricicli e’ composta da conducenti senior: il 54% degli utenti ha piu’ di 45 anni. Un dato significativo per concludere: nel 2009 sui mezzi pubblici – che siamo abituati a pensare sicuri per definizione – sono morte 24 persone, piu’ del doppio rispetto alle vittime riferibili alle minicar. Qualcuno se n’e’ accorto?”.

Ultima modifica: 16 novembre 2017