Codice della strada: bene la legge, ma servono piu’ controlli

106 0
106 0

La maggior parte degli incidenti dipendono dalla distrazione dei guidatori

16 giugno 2010 – Il governo ha intenzione di varare il nuovo codice della strada prima del periodo estivo, quando, in genere crescono, con il crescere della mobilita’ gli incidenti.

 

Se e’ vero, come dicono le statistiche, che la maggior parte degli incidenti dipendono dalla distrazione dei guidatori, da questo codice della strada ci aspettavamo qualcosa di piu’ in questa direzione.

 

Per primo prendiamo il vizio, ormai generalizzato di guidare con una mano sul volante mentre l’altra tiene stretta il telefonino. Non solo in citta’, ma anche e sopratutto in autostrada. Capita spesso che mentre stai andando della tua velocita’ di crociera ti superi una vettura che appena davanti rallenta vistosamente costrindendoti ad una brusca frenata. Con il rischio di dare il via a una serie di tamponamenti. Quando il “nostro” si decide a spostarsi e tu riprendi la tua strada, nel superarlo ti accorgi che sta rispondendo ad una telefonata.

 

Le cose piu’ buffe si notano in citta’ quando vedi una vettura che procede in modo strano, al momento di affiancarla ti accorgi che alla giuda c’e’ una signora che non solo sta telefonando ma con l’altra mano tiene il volante e stringe anche una sigaretta. Questo e’ il massimo.

 

In questi casi il legislatore dovrebbe pensare ad una sorta di “tentativo di danni a terze persone”. Punti sottratti? Nessuno, ma il ritiro diretto della patente per sei mesi. E se recidivo, al secondo caso, ritiro definitivo della patente stessa.

 

Tutti sforzi inutili perche’ tanto non c’e’ nessuno che controlla. Ma una volta pescati in flagranza di reato questi automobilisti se lo ricorderanno. Basterrebe punire con pene severissime quei pochi per educare tutti.

Ultima modifica: 16 novembre 2017